Nella circolare n. 64 del 14.06.2022, il CNAPPC ha comunicato che l’art. 18 del decreto legge 30 aprile 2022, n. 36 (PNRR), ha anticipato al 1° luglio 2022 il termine di decorrenza dell’obbligo per tutti i professionisti del possesso del POS (termine inizialmente fissato per il 1 gennaio 2023 dall’art. 15 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179).

 

La sanzione prevista per chi non ottempera a tale disposizione è di 30 euro più il 4% del valore della transazione rifiutata. Si ricorda che, pur rimanendo libera la volontà delle parti (professionista e committente), all’atto della stipula dell’incarico, di adottare altro tipo di pagamento tracciabile, permane comunque l’obbligo per il professionista di essere fornito dello strumento del POS. A tal proposito si precisa che le sanzioni per la mancata accettazione di pagamento tramite POS saranno piene e non beneficeranno del pagamento in misura ridotta (circolare n. 8/22 della Fondazione Consulenti del Lavoro). Inoltre, l’esonero dall’obbligo è previsto solamente “nei casi di oggettiva impossibilità tecnica”.

 

Il CNAPPC informa di avere già avviato una campagna di acquisizione sul mercato di proposte tese alla sottoscrizione di convenzioni collettive con le società operanti in tale settore.

Non appena possibile, sarà data comunicazione delle convenzioni stipulate e delle condizioni ottenute a favore degli iscritti.

576_22 Circolare 64 – Convenzioni POS

Condividi:

Twitter Facebook

Articolo pubblicato il: 14 Giugno 2022